News

15/01/2020

UNA NUOVA SOLUZIONE PER CHI HA PROBLEMI DI UDITO: IMPIANTO COCLEARE

Un valido sostituto dell’apparecchio acustico è l’impianto cocleare, che viene considerato un orecchio artificiale elettronico composto da una parte esterna (microfono-ricevitore) e una parte interna (ricevitore-stimolatore) di altissima precisione: nello specifico, degli elettrodi vengono inseriti nella coclea, ovvero la parte dell’orecchio che traduce i suoni in impulsi nervosi comprensibili al cervello, i quali ricevono le informazioni dal processore posizionato all’esterno dell’orecchio, stimolando il nervo acustico. Nato tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta, l’impianto cocleare veniva inizialmente utilizzato solo sugli adulti con sordità profonda ma oggi viene inserito anche nei pazienti che hanno meno di due anni. Un ulteriore passo in avanti è stato fatto per ridurre le eventuali reazioni avverse, causate dall’introduzione dell’elettrodo all’interno della coclea: l’utilizzo di un agente antinfiammatorio della famiglia del cortisone che viene rilasciato periodicamente durante la giornata dagli elettrodi, garantendo un normale e, soprattutto, lungo funzionamento della coclea.