News

13/11/2019

ALLATTAMENTO

L’OMS raccomanda l’allattamento esclusivo al seno per almeno i primi sei mesi di vita quindi, se possibile, va assolutamente incoraggiato. Il latte materno, infatti, è il nutrimento ideale per il neonato e l’allattamento al seno correla con una minore probabilità di sviluppare diabete, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia e alcune forme tumorali lungo tutto l’arco della vita. È inoltre innegabile il vantaggio psicologico sia per la mamma che per il bimbo.

Durante l’allattamento l’alimentazione non differisce, a livello qualitativo, da quella della popolazione generale ma sono necessarie semplici accortezze per coprire il fabbisogno di tutti i nutrienti essenziali.

È bene seguire una dieta varia ed equilibrata e non farsi mai mancare frutta e verdura fresche di stagione e cereali integrali. È inoltre importante alternare le fonti proteiche che devono derivare da legumi, carne, pesce, uova e formaggi.

Le richieste energetiche sono aumentate così come quelle proteiche. Per tale motivo il consiglio è quello di mangiare un quarto/mezza porzione in più di carboidrati complessi (es. pasta, pane, riso…) sia a pranzo che a cena e di aumentare leggermente le porzioni di secondo piatto.

È poi necessario consumare quotidianamente uno spuntino aggiuntivo costituito da yogurt o latte parzialmente scremato, una porzione di pane e una di frutta secca oleosa.

Inoltre, non bisogna escludere nessun alimento, nemmeno quelli che possono essere allergizzanti (es. frutta secca) o quelli che possono eventualmente conferire al latte un cattivo sapore (es. verdure, formaggi o spezie). Dare sapore ai menù e variare il più possibile gli alimenti predisporrà il bimbo a mangiare di tutto.

Da limitare è l’uso di alimenti contenenti sostanze nervine come la caffeina e ridurre quindi il caffè, il tè e il cioccolato che sono da assumere in quantità moderate e mai prima della poppata ma piuttosto al termine di essa.

Infine, va abolito totalmente l’alcool, sostanza tossica che passa nel latte e che potrebbe arrecare gravi danni ai piccoli.